ItalianEnglish (United Kingdom)










Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies per autenticazione, navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accettate che vengano installate queste cookies nei vostri computer

Storia del Blu di Russia

There are no translations available.

I Blu di Russia vengono citati in alcuni antichi racconti slavi avendo avuto un posto privilegiato alla corte degli Zar.
Si suppone che alcuni marinai partiti dal porto Arkhangelsk sito nel Mar Bianco abbiano portato gli antenati di questa spettacolare razza in Gran Bretagna.

Nelle esposizioni di fine secolo tutti i gatti blu venivano giudicati insieme indipendentemente dalla razza, solo nel 1912 fu definitivamente riconosciuto il Blu di Russia.

Con l’avvento della seconda guerra mondiale questa razza rischiò l’estinzione ma per fortuna l’allevatrice inglese Mary Rochford, titolare dell’affisso Dunloe, si prodigò per riportare lo standar del Blu di Russia agli antichi albori in quanto nel dopoguerra i pochi esemplari rimasti furono accoppiati con i Certosini, i British Shorthair Blue e con il Siamese Blu Point.

Il tipo siamese fu bandito nel 1966 e nel 1967 fu fondato il primo Club dedicato al Blu di Russia, il “Russian Blue Cat Club”.

Il Blu di Russia è un gatto conosciuto in tutto il mondo anche se poco diffuso e in Giappone è addirittura venerato.
Attualmente i Blu di Russia che incontriamo alle mostre feline hanno finalmente ottenuto il giusto riconoscimento alla loro nobiltà.

 

I Nostri Campioni

Cuccioli disponibili

Visit Our Gallery

Mini Ad Spot

Links

Our Visits

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi743
mod_vvisit_counterIeri1693

Il tuo IP: 54.161.77.30
,
Oggi: Oct 15, 2018

Servizi offerti dal Club

I Video Del Club

Blu Russian Community

Our Gadgets

Blog